A Spalato in Croazia : “la vendetta della statua”

Rade Koncar ancora rompe le gambe ai fascisti, 76 anni dopo essere stato da loro fucilato

da “The Guardian” che rilancia l’articolo di “Agence France-Presse” in Zagreb del 08 novembre 2018

Fascista Croato si rompe la gamba vandalizzando monumento antifascista

l’uomo sottoposto a intervento chirurgico dopo aver rovesciato la statua del leader della resistenza al regime filo-fascista,nella 2a Guerra Mondiale.

 

Come riportato dalla polizia e dalla stampa locale,un uomo di 65 anni,dopo aver ripetutamente spinto il monumento nel tentativo di rovesciarlo,ha immediatamente pagato lo scotto del suo vandalismo quando la statua cadendogli addosso gli ha rotto la gamba.

” la vendetta della statua”

Nell’incidente definito un atto di vandalismo selvaggio dalle autorità della cittadina costiera di Spalato,l’uomo ha rovesciato a terra il busto di Rade Koncar,leader della resistenza al regime Ustascia,alleato dei nazi-fascisti durante l’ultima guerra mondiale,ma la statua,come riportato dalla stampa locale,rovesciandosi ha investito l’attentatore rompendogli una gamba, dando luogo a quella che tra gli utilizzatori locali di Twitter sarà ormai ricordata come ” la vendetta della statua”.

Twitta sull’avvenimento il leader centrista Kreso Beljak : “Rade Koncar  rompe le gambe dei fascisti ,76 anni dopo essere stato da loro fucilato”

L’ospedale di Spalato ha dichiarato che il sessantacinquenne autori dell’atto vandalico,dopo l’incidente sarebbe stato sottoposto a intervento chirurgico.

Koncar,ricordato come un eroe della Yugoslavia per la sua lotta contro il governo fascista croato, venne catturato nel 1942 dall’esercito italiano e fucilato all’età di 31 anni assieme a molti altri combattenti comunisti. Al giudice che gli chiedeva se voleva clemenza,Koncar sembra abbia risposto : ” non chiedo la grazia e tantomeno la voglio da voi “.

Sono migliaia i monumenti antifascisti che risulterebbero vandalizzati o distrutti da quando la Croazia nel 1991 è divenuta indipendente,argomento questo a sostegno di quanti accusano le autorità Croate di distogliere lo sguardo dall’ondata di nostalgia per gli Ustascia,il regime filo-nazista che perseguitò e uccise centinaia di migliaia di persone,segnatamente Serbi,antifascisti croati,Israeliti e oppositori agli occupanti Italiani.

 

 

 

nota dell’Osservatorio : Rade Koncar,segretario del Partito Comunista Croato,venne giustiziato dagli Italiani,mentre la moglie Tragica venne barbaramente uccisa dai collaborazionisti Ustascia.

Social:
error

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *