CasaPound, Raggi scrive a Tria: “Sgomberate la sede di Roma, l’immobile è di proprietà del Demanio”

 

da “la Repubblica ” del 31 gennaio 2019

CasaPound, Raggi scrive a Tria: “Sgomberate la sede di Roma, l’immobile è di proprietà del Demanio”

Due giorni fa la mozione dell’assemblea capitolina che impegnava la sindaca ad attivarsi presso “Viminale, questura e prefettura” per chiedere di liberare l’edificio di via Napoleone III occupato dal 2003 dal movimento di estrema destra

“Chiedo di avviare le procedure necessarie allo sgombero dell’immobile al fine di ripristinare le condizioni di legalita”. La mozione approvata in Aula Giulio Cesare il 29 gennaio (che ha segnato una semi-inedita saldatura tra Pd e M5S) la impegnava a rivolgersi a “Viminale, prefettura e questura” per liberare il palazzo in pieno centro a Roma occupato nel dicembre 2003 da CasaPound.

Lei invece ha deciso di bussare a via XX Settembre, al ministero dell’Economia retto da Giovanni Tria, competente per il patrimonio dello Stato, perché l’edificio è di proprietà del Demanio. La lettera, come riporta il sito Romatoday, è arrivata anche sulla scrivania del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, perchè in passato è stato il Miur ad aver utilizzato quell’immobile spazio.

Ho già sollecitato personalmente la prefettura al fine di intraprendere le necessarie procedure di sgombero, ma non si è potuto procedere in tal senso”, scrive la Raggi.

2015 : il futuro Ministro degli Interni a cena con la dirigenza di CasaPound

 

Perchè appunto l’edificio è nella lista dei beni demaniali. La lettera della sindaca di Roma è un modo per provare a scavalcare il ministro dell’Interno Matteo Salvini che più di una volta ha fatto presente che la lista delle priorità sugli sgomberi non contempla CasaPound perché “si comincia dalle situazioni piu’ pericolose per instabilità delle strutture e dove ci sono richieste di sequestro giudiziario in corso”

Social:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *